Configurazione SSD HHD Chia. Spazi di archiviazione diretta in Windows Server 2016 e Windows Server 2019 include una cache di lettura e scrittura integrata, persistente per massimizzare le prestazioni di archiviazione.

NVME in genere cache per SSD SATA / SAS; nelle distribuzioni ibride, cache SSD NVME o SATA / SAS per HDD.

Come meglio sfruttare al massimo la Configurazione SSD HHD Chia?

Configurazione SSD HHD Chia

Come meglio sfruttare al massimo

In ogni caso, le unità cache serviranno la stragrande maggioranza delle operazioni di I / O, incluso il 100% delle scritture. Ciò è essenziale per offrire le prestazioni senza rivali di Spazi di archiviazione diretta, indipendentemente dal fatto che si misuri in milioni di IOPS , Tb / s di velocità effettiva di I / O o latenza inferiore al millisecondo costante. Puoi leggere tutto su di esso in Comprendere la cache in Spazi di archiviazione diretta .

Ma niente è gratuito: queste unità cache possono usurarsi rapidamente.

Recensione: cos’è l’usura flash

Le unità a stato solido oggi sono quasi universalmente composte da flash NAND, che si consumano con l’uso. Ogni cella di memoria flash può essere scritta solo tante volte prima che diventi inaffidabile. (Ci sono numerosi ottimi commenti online che coprono tutti i dettagli cruenti, anche su Wikipedia .)

Puoi vederlo accadere in Windows osservando il contatore dell’affidabilità di usura in PowerShell:

Nota: non tutte le unità riportano accuratamente questo valore a Windows. In alcuni casi, il contatore potrebbe essere vuoto. Verificare con il produttore per vedere se dispone di strumenti proprietari che è possibile utilizzare per recuperare questo valore.

In generale, le letture non consumano la memoria flash NAND.

Configurazione SSD HHD Chia, quantificare la resistenza al lampo

Misurare l’usura è una cosa, ma come possiamo prevedere la longevità di un SSD?

La “resistenza” del flash viene comunemente misurata in due modi:

  • Scritture su unità al giorno (DWPD)
  • Terabyte scritti (TBW)

Entrambi gli approcci si basano sul periodo di garanzia del produttore per l’unità, la sua cosiddetta “durata”.

Scritture su unità al giorno (DWPD)

Drive Writes Per Day (DWPD) misura quante volte potresti sovrascrivere l’intera dimensione dell’unità ogni giorno della sua vita. Ad esempio, supponiamo che la tua unità sia di 200 GB e il suo periodo di garanzia sia di 5 anni. Se il suo DWPD è 1, significa che puoi scrivere 200 GB (la sua dimensione, una volta) ogni singolo giorno per i prossimi cinque anni.

Se lo moltiplichi, sono 200 GB al giorno × 365 giorni / anno × 5 anni = 365 TB di scritture cumulative prima che tu possa doverlo sostituire.

Se il suo DWPD fosse 10 invece di 1, ciò significherebbe che puoi scrivere 10 × 200 GB = 2 TB (la sua dimensione, dieci volte) ogni giorno. Di conseguenza, sono 3.650 TB = 3,65 PB di scritture cumulative in 5 anni.

Terabyte scritti (TBW)

I terabyte scritti (TBW) misurano direttamente quanto è possibile scrivere cumulativamente nell’unità nel corso della sua durata. Essenzialmente, include solo la moltiplicazione che abbiamo fatto sopra nella misurazione stessa.

Ad esempio, se la tua unità è classificata per 365 TBW, significa che puoi scriverci 365 TB prima di doverla sostituire.

Se il periodo di garanzia è di 5 anni, ciò equivale a 365 TB ÷ (5 anni × 365 giorni / anno) = 200 GB di scritture al giorno. Se l’unità aveva una dimensione di 200 GB, equivale a 1 DWPD. Di conseguenza, se l’unità è stata valutata per 3,65 PBW = 3.650 TBW, ciò equivale a 2 TB di scritture al giorno o 10 DWPD.

Come puoi vedere, se conosci le dimensioni dell’unità e il periodo di garanzia, puoi sempre passare da DWPD a TBW o viceversa con alcune semplici moltiplicazioni o divisioni. Le due misure sono davvero molto simili.

Qual è la differenza?

L’unica vera differenza è che DWPD dipende dalle dimensioni dell’unità mentre TBW no.

Ad esempio, si consideri un SSD che può richiedere 1.000 TB di scritture durante i suoi 5 anni di vita.

Supponiamo che l’SSD sia 200 GB:

1,000 TB ÷ (5 anni × 365 giorni / anno × 200 GB) = 2,74 DWPD

Supponiamo ora che l’SSD sia 400 GB:

1,000 TB ÷ (5 anni × 365 giorni / anno × 400 GB) = 1,37 DWPD

Il DWPD risultante è diverso! Che cosa significa?

Da un lato, l’unità più grande da 400 GB può eseguire le stesse identiche scritture cumulative per tutta la sua durata come l’unità più piccola da 200 GB. Guardando TBW, questo è molto chiaro: entrambe le unità sono classificate per 1.000 TBW. Ma guardando DWPD, l’unità più grande sembra avere solo la metà della resistenza! Si potrebbe obiettare che, poiché con lo stesso carico di lavoro, avrebbe lo stesso rendimento, l’utilizzo di TBW è migliore.

D’altra parte, potresti sostenere che l’unità da 400 GB può fornire spazio di archiviazione per più carico di lavoro perché è più grande, e quindi i suoi 1.000 TBW si diffondono in modo più sottile e ha davvero solo metà della resistenza! Con questo ragionamento, l’utilizzo di DWPD è migliore.

La linea di fondo

Puoi usare la misura che preferisci. È quasi universale vedere sia TBW che DWPD apparire oggi sui fogli delle specifiche delle unità. A seconda delle tue ipotesi, c’è un motivo convincente per entrambi.

Raccomandazione per spazi di archiviazione diretta

Il nostro consiglio minimo per Spazi di archiviazione diretta è elencato nella pagina Requisiti hardware . A partire dalla metà del 2017, per le unità cache:

  • Se scegli di misurare in DWPD, ne consigliamo 3 o più.
  • Se scegli di misurare in TBW, consigliamo 4 TBW al giorno di vita. Le schede tecniche spesso forniscono TBW cumulativamente, che dovrai dividere per la sua durata. Ad esempio, se l’unità ha un periodo di garanzia di 5 anni, 4 TB × 365 giorni / anno × 5 anni = 7.300 TBW = 7,3 PBW totali.


Spesso, una di queste misurazioni risulterà leggermente meno rigorosa dell’altra.

Puoi usare la misura che preferisci.


Non esiste una raccomandazione minima per le unità di capacità.

Addendum: Scrivi amplificazione

Potresti essere tentato di ragionare sulla resistenza dai numeri IOPS, se li conosci. Ad esempio, se il tuo carico di lavoro genera (in media) 100.000 IOPS che sono (in media) 4 KiB ciascuno dei quali (in media) il 30% sono scritture, potresti pensare:

100.000 × 30% × 4 KiB = 120 MB / s di scrive

120 MB / s × 60 secondi / min × 60 minuti / ora × 24 ore = ca. 10 TBW / giorno

Se hai quattro server con due unità cache ciascuno, significa:

10 TBW / giorno ÷ (8 unità cache totali) = ca. 1,25 TBW / giorno per unità

Interessante! Meno di 4 TBW / giorno!

Sfortunatamente, questo è un errore matematico perché non tiene conto dell’amplificazione in scrittura.

L’amplificazione della scrittura si verifica quando una scrittura (a livello di utente o applicazione) diventa più scritture (a livello di dispositivo fisico). L’amplificazione della scrittura è inevitabile in qualsiasi sistema di archiviazione che garantisca resilienza e / o consistenza in caso di crash. L’esempio più lampante in Spazi di archiviazione diretta è il mirror a tre vie: scrive tutto tre volte, su tre unità diverse.

Esistono anche altre fonti di amplificazione della scrittura: i lavori di riparazione generano IO aggiuntivi; la deduplicazione dei dati genera IO aggiuntivi; il filesystem, e molti altri componenti, generano IO addizionali mantenendo i loro metadati e le loro strutture di log; ecc. Infatti, il drive stesso genera amplificazione in scrittura da attività interne come la garbage collection! (Se sei interessato, controlla il JESD218metodologia standard per come tenerne conto nei calcoli di resistenza.)

Tutto ciò è necessario e buono, ma rende difficile derivare l’attività di I / O a livello di unità nella parte inferiore dello stack dall’attività di I / O a livello di applicazione nella parte superiore dello stack in qualsiasi modo coerente. Ecco perché, in base alla nostra esperienza, pubblichiamo la raccomandazione DWPD e TBW minima.

Configurazione SSD HHD Chia con questo si spera di aver dato il nostro contributo sulle molteplici domande su gli HHD e SSD

Potete leggere articolo di un mining Chia qui questo articolo e stato tradotto in parte dall’originale da Cosmos Darwin.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: